fbpx
bulgur con verdure

Conosci la differenza tra quinoa, bulgur e couscous?

caricatore

Quinoa, bulgur e cous cous sono 3 alternative con le loro sfumature.

La bellezza di molti dei cereali antichi più popolari (tra cui quinoa, couscous e bulgur) è che possono aggiungere quel sapore in più a molti piatti primaverili, senza aggiungere peso o volume, ma molto sapore. 

Ravvivano le insalate, aggiungono consistenza quando vengono aggiunti e possono persino essere i protagonisti di qualsiasi piatto.

Certo, possono sembrare piccoli e quasi insignificanti da soli, ma se mescolati con ingredienti saporiti come limone, aceto, oli ed erbe, assorbono questi sapori e sembrano illuminarli ancora di più.

E, poiché questi chicchi sono abbastanza simili per dimensioni e consistenza, puoi usarli in modo intercambiabile, a seconda del tuo umore, delle tue regole alimentari o della creatività che vuoi dimostrare con ciò che hai conservato nella tua dispensa.

Stai iniziando a capire perché siamo ossessionati da questi brufoli?

Le differenze di questi piccoli chicchi, giganteschi nel sapore...

QUINOA

Costantemente promosso per i suoi numerosi benefici per la salute, così come per la sua consistenza croccante e il sapore di nocciola; Quello che molte persone non sanno è che la quinoa è in realtà un seme derivato da un ortaggio correlato a bietole, spinaci e barbabietole.

Ma una volta cotta, la quinoa diventa simile nella consistenza granulare al cuscus e al bulgur.

Super facile da preparare, non solo racchiude 8 grammi di proteine ​​di alta qualità e 5 grammi di fibre per porzione da 1 tazza.

Tra i benefici della quinoa c'è anche quello di essere uno dei pochi alimenti vegetali considerato una proteina completa (il che significa che contiene tutti gli amminoacidi essenziali che il tuo corpo non è in grado di produrre naturalmente, soprattutto se stai vegan).

La quinoa è rivestita con una sostanza chimica tossica chiamata saponina, quindi è molto importante risciacquarla bene prima della cottura (sotto l'acqua corrente fredda), ed è meglio consumarla solo 2-3 volte a settimana.

Sebbene non sia comunemente considerata un alimento allergenico, la quinoa contiene ossalati, il che la colloca nell'elenco delle precauzioni per una dieta a ridotto contenuto di ossalato. Ma la parte migliore di Quinoa è che non contiene glutine. Quindi, se sei intollerante al glutine o stai semplicemente cercando di evitare cibi contenenti grano, la quinoa è un'ottima alternativa sia al cuscus che al bulgur.

BULGUR

Fatto con grano spezzato, è l'aggiunta perfetta a insalate, pilaf, tabùuleh, hamburger vegetariani, zuppe, stufati e ripieni.

Il grano bulgur è un chicco derivato dal grano intero che è stato spezzato e parzialmente precotto (quindi più veloce da cuocere). Come grano intero, è naturalmente ricco di fibre, povero di grassi, a basso contenuto di calorie, vegetariano e persino vegano. Tuttavia, il grano bulgur, a differenza della quinoa, non è adatto a queste persone celiaco.

Contiene una varietà di vitamine e minerali, oltre a una notevole quantità di fibre. In effetti, una singola porzione fornisce più del 30% della dose giornaliera di riferimento (RDI) per questo nutriente.

Il bulgur è una fonte di minerali come manganese, magnesio e ferro ed è anche leggermente inferiore in calorie rispetto alla quinoa.

Con il bulgur puoi preparare deliziose ricette come minestre, brodi vegetali e aggiungetelo alle vostre insalate.

COUSCOUS

Più che un chicco, il couscous è un modo per trasformare la parte dura del grano macinato sotto forma di chicchi, senza che si spolveri come sotto forma di farina di frumento.

Allo stesso modo si possono trovare cous cous di orzo, miglio, polenta, riso, farro; tra gli altri.

Ovviamente derivato dal grano, contiene glutine, quindi è controindicato per chi soffre di intolleranza al glutine.

L'origine del cous cous è nei paesi arabi del Nord Africa; e con il costante flusso migratorio verso l'Europa da quelle regioni, il suo uso è diventato popolare oltre i semplici piatti arabi.

Per cuocere il couscous potete friggerlo un po' prima in modo che cambi un po' di colore e ne accentui il sapore. E come il riso, viene utilizzato un rapporto di 2 a 1 di acqua (con la quinoa è 3 a 1), per soli 5 minuti circa.

Forse il segreto di un buon couscous sta nell'unire nel brodo le spezie, come chiodi di garofano macinati, zenzero, pepe di cayenna, pepe nero, coriandolo, zafferano, una stecca di cannella, alloro e sale.

Il modo più comune per presentarlo a tavola è il cuscus con le verdure, oppure un delizioso couscous con il pollo.

Seguiteci e mettete un "like":
errore0
fb-share-icon0
fb-share-icon3

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.