emu australiano

L'Emu, uccello iconico dell'Australia

Un uccello protetto in questo paese, l'allevamento di emù in Australia è un business.

Uno degli uccelli più grandi del mondo, famiglia degli struzzi; e iconico di questo continente come il koala e gli I diavoli della Tasmania.

L'emù appare sullo stemma di questa nazione in riconoscimento della fauna endemica unica che lo rende così speciale.

L'emù è abbastanza comune e si trova in tutta l'Australia, anche se meno vive nelle aree desertiche e l'emù femminile è generalmente più grande dei maschi.

Mentre possono pesare circa 40 chilogrammi, i maschi solo circa 36 kg.

È un uccello molto particolare in ogni sua sfaccettatura.

E anche se gli emù non volano, può funzionare a velocità fino a 50 km all'ora.
Le piume di Emu sono marroni e crescono in coppia con due alberi uniti alla base. Gli aculei che escono dai fusti sono separati, non uniti come nelle piume degli uccelli in volo. Ciò significa che l'uccello appare più coperto di peli che di piume.
I colli degli emù sono spesso privi di piume e la pelle è bluastra.
Hanno le gambe lunghe, con tre dita grandi proprio come la loro controparte africana.
I loro becchi sono larghi e lisci, che usano per pascolare l'erba e procurarsi il cibo nei cespugli. Mangiano frutta, fiori, insetti, semi e piante verdi.

Sapevi perché mangiano le pietre?

Gli uccelli hanno una parte del loro corpo chiamata ventriglio. Il cibo che mangiano va allo stomaco per essere schiacciato e digerito. Emus ingoia pietre abbastanza grandi da aiutare a macinare il cibo nel suo ventriglio.

Un uccello che non vola?

Gli uccelli che non volano hanno uno sterno diverso da quelli che volano. Lo sterno degli uccelli in volo è come una chiglia, mentre gli emù hanno uno sterno a forma di zattera. Gli emù appartengono al gruppo di uccelli incapaci di volare chiamati ratiti. I ratiti hanno le ali, ma non sono usati per volare; e dagli struzzi ai pinguini sono in questo particolare gruppo di uccelli.

Le ali di Emu hanno all'incirca le dimensioni di una mano e sono utili quando fa caldo per rinfrescarsi o tenute ai lati per far circolare l'aria.

Emus può stare 2 mesi senza mangiare.

Anche la femmina Emu domina durante la riproduzione. Una volta che ha deposto le sue grandi uova verdi, il padre si occuperà dell'incubazione e del pinguino imperatore.

A questo punto, potrebbe andarsene e non tornare mai più. A volte troverà un'altra coppia e si riprodurrà di nuovo.

Nel frattempo, il padre ha il compito di far schiudere le uova. Durante questo periodo smette di bere o mangiare, poiché non lascia il nido per due mesi per proteggere il nido dai predatori.

C'erano Dwarf Emus.

Prima che gli europei arrivassero in Australia, due specie nane di emù vivevano sulle isole Kangaroo e King nell'Australia meridionale. Sfortunatamente, furono sterminati dai nuovi coloni. Questo illustra come le nostre azioni possono influenzare il mondo che ci circonda, e in Australia, specie peculiari come la Tigre della Tasmania sono scomparse per azione umana diretta.

Emus ha una voce potente.

Un emù ha una voce profonda e profonda che può essere paragonata a un tamburo cavo. Possono anche ringhiare e fischiare. Il suono può essere forte, ma è di una frequenza così bassa che è difficile da registrare ma ti aiuta a comunicare su grandi distanze, fino a due chilometri.

Il suo nome non è australiano ...

Mentre l'Emu è endemico in Australia, il suo nome non è di origine aborigena. La parola Emu è stata teorizzata per derivare dalla parola araba per grande uccello.

Questo termine potrebbe essere stato adottato dai portoghesi che lo portarono con sé nelle loro spedizioni in Indonesia dove avrebbero visto il casuario, il parente più vicino all'emù.

Più che un simbolo ora, il petrolio di emu è un affare per gli agricoltori australiani.

L'uso dell'olio di emù è antico quanto la cultura aborigena australiana. Secondo la sua storia orale, l'olio di emu è stato utilizzato per più di 40.000 anni.

Come rimedio casalingo, l'olio è stato adottato per alleviare piccoli dolori e dolori, aiutare le ferite a guarire più velocemente e proteggere la pelle dagli elementi.

I nativi australiani hanno introdotto per la prima volta l'olio di emu nella cultura europea come crema solare e idratante naturale.

Da allora, le persone hanno attribuito molti più benefici all'olio di emu, anche se mancano prove a sostegno di molte di queste affermazioni.

Tra queste applicazioni, viene sempre più utilizzato come antinfiammatorio per il trattamento delle infiammazioni dell'orecchio, sindrome infiammatoria intestinale, nell'artrite per alleviare il dolore, per prevenire la perdita ossea indotta dalla chemioterapia e in dermatologia è utilizzato come idratante per la pelle.

Ma forse la caratteristica che sta guadagnando più adepti la si ritrova nell'industria cosmetica, poiché contiene proprietà antiossidanti contro l'invecchiamento e rigenerative della pelle come aloe vera

In dermatologia, è usato per trattare condizioni della pelle, come ferite della pelle e dermatite seborroica. Può anche aiutare con alopecia, rosacea, ipopigmentazione e fuoco di Sant'Antonio.

Como repellente naturale, l'olio di emu contiene terpeni. Applicato sulla pelle prima di uscire all'aperto, tiene lontani gli insetti.

È accreditato con la capacità di abbassare il colesterolo, sebbene gli studi cerchino ancora di dimostrarlo scientificamente.

Per l'allattamento al seno È usato per alleviare la tenerezza del seno per le madri che allattano.

I benefici sembrano aumentare ogni giorno, il che ha reso questo uccello, più che un simbolo, in un'industria in proliferazione in Australia.

Fissalo
5 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Vote)
Etichettato sotto pollame Australia emu

ebay-ecoturismo

Leggi anche ...

Questo sito utilizza i cookie

I cookie su questo sito Web vengono utilizzati per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire funzionalità dei social media e analizzare il traffico. Inoltre, condividiamo le informazioni sull'utilizzo del sito Web con i nostri partner di social media, pubblicità e analisi dei dati web, che possono combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal tuo utilizzo dei loro servizi.