piante carnivore

Piante carnivore, bellezza mortale

Ci sono circa 580 specie associate a piante carnivore.

Le piante carnivore sono piante che ottengono parte o la maggior parte del loro nutrimento consumando e intrappolando animali; hanno affascinato le persone per centinaia di anni per l'originalità dei loro metodi di sopravvivenza.

Sono piante da fiore di distribuzione globale con foglie adatte a intrappolare piccoli animali, in particolare insetti, motivo per cui vengono chiamate anche piante insettivore.

I carnivori sono il tipo di pianta che fa parte del catena cibo in un modo molto originale.

Le piante carnivore ottengono effettivamente la loro energia dalla fotosintesi, proprio come le altre piante. Come probabilmente saprai, nella fotosintesi le piante usano l'energia della luce per produrre zucchero dalla CO2 e dall'acqua.

L'ossigeno è un prodotto di scarto. Le piante creano altre molecole dallo zucchero, come l'amido, come l'accumulo di energia, o la cellulosa, come la costruzione.

Le piante carnivore usano la preda per assorbire i nutrienti di cui hanno bisogno, poiché crescono in luoghi dove non ci sono molti nutrienti dal suolo. Molti tipi diversi di piante hanno strutture molto diverse l'una dall'altra. Dalle foglie dai colori vivaci, alle simulazioni ai tipi di fiori, alcuni creano dolci secrezioni di zucchero e alcuni producono uno strano odore irresistibile per le vittime che vi cadono dentro.

.

Esistono cinque meccanismi di cattura fondamentali che si trovano nelle piante carnivore:

Preda passiva trappola su un foglio arrotolato che include un gruppo di enzimi digestivi o batteri situati sul fondo di una cornetta dove alla fine cadono per essere digeriti.

Le trappole per mosche di carta utilizzano una mucillagine appiccicosa a cui si attacca, e più cerca di liberarsi, più si aggroviglia nei peli appiccicosi della mosca. Come esempio di questo tipo, la Drosera, o Rocío del Sol, si trova nella foto sulla nostra copertina.

Le trappole rapide utilizzano movimenti rapidi delle foglie grazie a terminazioni sensibili che rilevano la preda e la catturano in frazioni di secondo.

Le trappole della vescica succhiano la preda con una vescica urinaria che genera un vuoto interno dopo che la preda ha rosa le terminazioni nervose all'esterno della trappola.

Le trappole per aragosta, note anche come trappole per anguille, inducono la preda a spostarsi verso un organo di digestione con i peli rivolti verso l'interno.

La maggior parte delle piante carnivore consuma insetti volanti, foraggeri o striscianti che si librano intorno. Quelli che vivono dentro o vicino all'acqua catturano pochissime prede acquatiche, come larve di zanzara, pesciolini e rane minuscolo.

La dieta di alcune specie molto grandi comprende anche ratti e topi. Utilizzando enzimi o batteri, le piante carnivore digeriscono la loro preda attraverso un processo di degradazione chimica analogo alla digestione con i succhi digestivi della loro preda.

I prodotti finali, in particolare composti e sali azotati, vengono assorbiti dalle piante per consentirne la sopravvivenza in condizioni ambientali altrimenti marginali o ostili.

Alcuni popolari catcher ...

La Dionaea muscipula, nota anche come Venus flytrap, è una delle piante carnivore più conosciute. Una volta che un insetto entra nella trappola, tocca i minuscoli peli sulle foglie. Questo invia impulsi in tutta la pianta provocando la chiusura delle foglie. Le piante carnivore non hanno bisogno di nutrirsi tutti i giorni.

La maggior parte sono piante erbacee perenni alte meno di 30 cm, spesso solo da 10 a 15 cm. Alcune specie di Nepenthes, tuttavia, crescono in grandi viti arbustive.

La pianta gigante della brocca di montagna, Nepenthes rajah, è la più grande pianta carnivora del mondo. Originaria del Borneo, nello "stomaco" di questa pianta si trovano piccoli roditori, lucertole fino a piccoli uccelli in decomposizione; sebbene come le altre piante carnivore la sua dieta regolare è la insetti volare come zanzare formiche.

Sfortunatamente, questa pianta è sulla lista rossa del Unione internazionale per la conservazione come specie a rischio di estinzione, a causa del progressivo disboscamento delle foreste umide in cui risiede per consentire il passaggio alle zone di coltivazione, soprattutto per la produzione di olio di palma.

Le piante carnivore più veloci sono i bladderworts acquatici, che utilizzano trappole aspiranti per catturare prede come piccoli crostacei, larve di insetti e persino giovani girini. È stata registrata una specie che intrappola le vittime in appena 5,2 millisecondi, sebbene circa 9 millisecondi sia il periodo di tempo più tipico.

Avere piante carnivore nel tuo giardino può aiutarti a controllare l'infestazione di insetti in modo naturale, oltre a dare colore e originalità al tuo giardino. Ti consigliamo di chiedere anche informazioni sulla semina citronella se questo è il tuo problema.

Se sei sorpreso che una pianta possa mangiare insetti, potresti non averne sentito parlare entomofagia. Sì, gli esseri umani mangiano insetti da migliaia di anni e in molti paesi fanno parte della ricchezza gastronomica locale. Hai il coraggio?

5 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Vote)
Etichettato sotto impianti, insetti,

ebay-ecoturismo

Leggi anche ...

Questo sito utilizza i cookie

I cookie su questo sito Web vengono utilizzati per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire funzionalità dei social media e analizzare il traffico. Inoltre, condividiamo le informazioni sull'utilizzo del sito Web con i nostri partner di social media, pubblicità e analisi dei dati web, che possono combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal tuo utilizzo dei loro servizi.