fbpx
lesioni da ciclismo

Nuova bicicletta?… Saper prevenire gli INFORTUNI ASSOCIATI AL CICLISMO.

caricatore

Il ciclismo oggi è un'attività ricreativa che diventa sempre più una disciplina svolta dalle persone come un modo innocuo per mantenere un corpo sano, tuttavia sono molti gli infortuni legati a questo sport.

La maggior parte degli infortuni che coinvolgono questa disciplina si manifestano all'arto inferiore.

Al di fuori dei traumi, questi sono causati da una combinazione di fattori che innescano direttamente patologie legate alla meccanica della pedalata. Preparazione inadeguata, ovvero non fare esercizi di stretching prima di salire sulla bici; l'uso di attrezzature inadeguate; carenze nella tecnica e uso eccessivo sono alcuni dei principali fattori che promuovono il dolore agli arti inferiori del ciclista

Esistono diverse forme di trattamento, ma la cosa più importante sarà sempre la prevenzione degli infortuni. Puntando sulla scelta di una bici adatta a noi, la giusta attrezzatura, una corretta posizione del ciclista, un allenamento adeguato e la perfezione della tecnica di pedalata.

Posizione, misure e dati tecnici

Una delle misure essenziali per scegliere una bicicletta è il telaio, la sua altezza deve avere una distanza da 2.5 a 5 cm dall'inguine del ciclista per le bici da strada. Per le mountain bike dovrebbe essere da 7.5 a 15 cm.

Per una corretta meccanica e tecnica, la misura più importante è l'altezza della sella o del sedile. Diverse sono le misure e le formule che si possono adottare per adattare l'altezza del seggiolino, tuttavia il modo più pratico e appropriato è il seguente: in sella alla bicicletta, il pedale è posizionato nella posizione più bassa e il ginocchio deve essere tenuto semiflesso al 30 gradi. Uno degli errori più frequenti è pedalare con il ginocchio completamente esteso, dove si manifestano senza dubbio lesioni al ginocchio.

La posizione dei pedali rispetto alle gambe nelle fasi di pedalata alle ore 3 e 9, è la seguente: dal ginocchio al piede si traccia una linea immaginaria che deve attraversare la parte anteriore del pedale e nell'area di supporto in esso.

Il manubrio deve essere posizionato da 3 a 10 cm sotto la sella per le bici da strada, per le mountain bike non deve superare i 5 cm. La distanza dal centro del manubrio alla punta del sedile dovrebbe essere la stessa distanza che abbiamo dalla punta del gomito alla punta del terzo dito.

La pedivella determina lo sforzo e l'efficacia in ogni rivoluzione generata dall'anca e dal ginocchio. Più è grande, maggiore sarà lo sforzo esercitato su queste articolazioni, tuttavia la pedalata sarà più efficace. Questa distanza si ottiene con una formula, dove bisogna misurare la distanza dal pavimento al grande trocantere (osso iliaco) e moltiplicarla per 0.185.

Rispetto al pedale, il piede deve essere sempre appoggiato sulla sua parte anteriore, cioè nella zona della testa dei metatarsi (avampiede del piede) e la caviglia deve essere sempre mantenuta a 90 gradi durante la pedalata.

Lo stretching è essenziale nei ciclisti, c'è una tendenza all'accorciamento muscolare del complesso gastrocnemio-soleo (polpaccio) e del tendine del ginocchio o dei muscoli posteriori della coscia (parte posteriore della coscia). La catena posteriore della gamba è quella a cui bisogna dare più importanza per evitare questo fenomeno, però bisogna allungare anche i quadricipiti.

La cadenza di pedalata è il numero di volte in cui il pedale effettua una rotazione di 360º in un minuto. È necessario mantenere una cadenza da 70 a 80 giri / min. Una cadenza più bassa ci dice che viene applicato un grande sforzo alla pedalata e può provocare potenziali lesioni.

Lesioni associate agli sport ciclistici 

Ginocchio del ciclista (sindrome patello-femorale) .- presentato nel 40-60% dei ciclisti professionisti e ricreativi. Un aumento della pressione tra la rotula e il femore o problemi con il suo allineamento. Lui mountain bikeI pendii ripidi, ad esempio una cadenza molto bassa, possono generare un maggiore attrito tra le due ossa e provocare lesioni cartilaginee (condromalacia). I problemi di allineamento rotuleo sono solitamente preceduti da ipotrofia e diminuzione della forza nel muscolo vasto mediale. Inoltre, una tecnica di pedalata inadeguata può simulare questi difetti di allineamento articolare.

Questa e altre patologie come tendinite rotulea e quadricipite, sindrome della banda ileotibiale, borsite dell'anca e tendinite del piede d'oca, infiammazione e fibrosi delle pliche sinoviali, borsite trocanterica, tendinite ileopsoas, periostite tibiale, fratture da stress, sindrome compartimento transitorio, tendinite di Achille, fascite plantare, neurite da compressione, metatarsalgia, hanno una relazione diretta e una maggiore incidenza nei ciclisti. Pubblicheremo periodicamente ogni patologia poiché tratta temi molto profondi.

La pratica di Ciclismo è estremamente salutare e rilassante, il ciclismo urbano come mezzo di trasporto è ecologico e fa risparmiare tempo. Evita infortuni in bicicletta seguendo queste linee guida e divertiti a pedalare!

Dr. Alejandro Abner Barragán López Coordinatore medico Clinica sportiva

Specialista e Subspecialista in: Ortopedia-Artroscopia-Chirurgia sportiva.

Laureato presso l'Università La Salle, Scuola di Medicina messicana.

[email protected]

Seguiteci e mettete un "like":
errore0
fb-share-icon0
Tweet 5k
fb-share-icon2

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.