fbpx
Equilibrium, il naturale come stile di vita
tendenze sostenibili

Tendenze sostenibili per il 2019

Il consumo eccessivo di risorse naturali ha portato le società a cercare alternative di economia circolare che comprendano l'ecologia e lo sviluppo economico, per cercare di fermare o compensare, per quanto possibile, i danni causati.

Questo è il caso di Veolia, un'azienda franco-messicana che fornisce soluzioni per gestire in modo efficiente e responsabile acqua, rifiuti ed energia, al fine di mantenerli il più a lungo possibile e quando un prodotto ha raggiunto la fine della sua vita utile, utilizza i suoi componenti più e più volte tempo per creare più valore.

Uno dei focus che richiede un'attenzione immediata è il inquinamento dell'aria, soggetto che verrà affrontato in questa edizione del Giornata mondiale dell'ambiente, che è generato dalle emissioni del settore industriale, dalla spazzatura, dai mezzi di trasporto, dalla combustione di pneumatici, tra le altre fonti naturali come gli incendi boschivi che si verificano durante questo periodo dell'anno.

Esistono diversi modi per ridurre questi inquinanti che vanno dalle campagne di sensibilizzazione, ai regolamenti emanati dalle organizzazioni ambientaliste, alle convinzioni personali. A volte gli sforzi individuali causano impatti così grandi che possono diventare una tendenza.

Di seguito sono elencati altri esempi che seguono questo concetto e stanno decisamente diventando una tendenza per quest'anno:

"Circolarità"

Secondo le Nazioni Unite, l'industria tessile è la seconda più inquinante al mondo dopo l'industria petrolifera. Questo perché produce il 10% delle emissioni di carbonio e il 20% delle aguas residuales del pianeta derivato dalla fabbricazione di indumenti, senza contare il dispendio di acqua necessario per mantenerli. Un altro fattore che lo influenza è la rapidità con cui viene consumato e smaltito, fenomeno noto come "moda usa e getta" (moda veloce con il suo nome in inglese). Secondo uno studio condotto da Greenpeace, la produzione di abbigliamento è raddoppiata dal 2000 al 2014, superando i 100,000 miliardi di capi, che finiscono nella spazzatura.

Ridurre, riutilizzare e riciclare sono una necessità per soddisfare i bisogni dei consumatori in un'economia mondiale in declino, con meno risorse per una popolazione in crescita e con un inquinamento accumulato sul pianeta che mette a rischio la vita stessa e quella delle generazioni future. .

Per questo motivo, la tendenza di "Circolarità" che punta su capi di abbigliamento e accessori di lunga durata sia per i materiali con cui sono fabbricati (materiali organici in sostituzione di quelli sintetici) sia per il loro riutilizzo. Questo movimento ha portato alla produzione di pezzi realizzati con materiale riciclato come PET o il tessuto, l'apertura di negozi di noleggio di abbigliamento e smoking per eventi speciali e la pratica dell'acquisto di capi di seconda mano, mercato che a livello globale rappresenta 4.3 milioni di dollari l'anno[1]. Quest'ultimo ha iniziato ad acquisire rilevanza grazie al fatto che rappresenta un risparmio in tasca, si possono trovare vestiti annata da grandi marchi e sempre più celebrità lo fanno.

 "Friganismo"

Sebbene questo modo di mangiare sia in circolazione da alcuni anni, si è evoluto e sta arrivando con forza. Friganismo deriva dalla parola anglosassone freegan che si riferisce a qualcosa di gratuito o gratuito (dall'inglese "gratis") e vegano. Si riferisce al movimento che si batte per il minor consumo di risorse attraverso l'ottenimento di cibo che alcuni ristoranti, supermercati, aziende, università, smettono di vendere a causa di problemi di spreco, estetica o che non hanno la qualità richiesta per il consumatore.

Questo movimento ha portato all'apertura di ristoranti in paesi come Francia e Inghilterra, il cui menu è costituito da prodotti alimentari recuperati da questo declino prima di essere gettati via o rovinati. In Messico, ad esempio, ogni anno vengono buttati circa 20 milioni di tonnellate di cibo secondo i dati di WARP, Banca mondiale e Semarnat. Tra le azioni messe in atto per contrastare questa situazione c'è la cucina d'uso messa in atto da diversi chef e consiste nel creare piatti di alta cucina con quello che molti non usano e addirittura scartano come verdure pastellate, code di verdure o avanzi.   

Come esseri umani abbiamo un debito con il pianeta non solo a causa del cambiamento climatico che stiamo vivendo, ma anche una responsabilità sociale con gli altri abitanti di esso. Non solo le politiche pubbliche possono cambiare, ma anche iniziative di solidarietà privata che aiutano a soddisfare i bisogni alimentari della nostra società, pur continuando a stimolare lo sviluppo sostenibile di noi come società.

Ecomobilità

Uno dei principali fattori che causano danni ambientali è l'emissione di gas serra come la CO2, principalmente da veicoli di trasporto pubblici e privati ​​in cattive condizioni. Non è un segreto che proprio ad aprile Città del Messico è stata sottoposta a due contingenze ambientali attraverso il programma Hoy No Circula. Per questo, oltre che per ridurre il traffico in città, quella ecomobilità e sistemi di trasporto condivisi hanno preso rilevanza.

Attualmente sono stati effettuati in media più di 57 milioni di viaggi[2] attraverso Ecobike; Oltre a questa opzione in Città, c'è la possibilità di noleggiare biciclette elettriche e di recente scooter. Allo stesso modo, è aumentato l'uso di questi mezzi di trasporto, sia in affitto che privatamente, grazie al fatto che c'è una maggiore disponibilità al trasporto quando le distanze sono molto estreme (la metropolitana permette loro di entrare in determinate stazioni, giorni e orari) per Come alcuni ristoranti e caffetterie, incoraggiano il loro utilizzo fornendo luoghi speciali per "parcheggiarli".

La crescita economica di una nazione oggi non solo produce più risorse, ma produce un maggiore sviluppo sostenibile con meno risorse per soddisfare i bisogni degli esseri umani.

Note:

  • Nazioni Unite (ONU). 2018.
  • Destinazione zero: sette anni per disintossicare l'industria della moda. 2017
  • Sistema di biciclette pubbliche di Città del Messico. 2019.

A proposito di Veolia

Il gruppo Veolia è il punto di riferimento mondiale nella gestione ottimizzata delle risorse. Presente in cinque continenti con circa 169,000 dipendenti, il gruppo crea e fornisce soluzioni per la gestione dell'acqua, dei rifiuti e dell'energia che favoriscono lo sviluppo sostenibile di città e industrie. Con le sue tre attività complementari, Veolia contribuisce allo sviluppo dell'accesso alle risorse, alla conservazione e al rinnovamento delle risorse disponibili.

Nel 2017 il gruppo Veolia ha fornito acqua potabile a 96 milioni di persone e ha fornito servizi igienico-sanitari a 62 milioni, prodotto circa 55 milioni di MWh e recuperato 47 milioni di tonnellate di rifiuti. Veolia Environnement (Paris Euronext: VIE) ha raggiunto nel 2017 un fatturato consolidato di 25.12 miliardi di euro. 

[1] Nazioni Unite (ONU). 2018.

[2] Sistema di biciclette pubbliche di Città del Messico. 2019.

Seguiteci e mettete un "like":
errore0
fb-share-icon0
Tweet 5k

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *